NUOVO PIANO DEL TRAFFICO: A RISCHIO STOP MIGLIAIA DI VEICOLI

 
   
 

 

 
 

DovrÓ entrare in vigore entro il primo novembre il nuovo Piano generale del traffico urbano (Pgtu) di Roma Capitale, le cui conseguenze si faranno sentire per migliaia di automobilisti residenti e non nell'area metropolitana. Il provvedimento approvato nel 2015 dall'amministrazione Marino e implementato dal commissario Tronca ha stabilito, entro l'1 novembre, l'applicazione degli interventi previsti dal Pgtu estendendo alla ztl fascia verde la limitazione di accesso e circolazione giÓ in vigore nella ztl anello ferroviario e riguardante gli autoveicoli alimentati a benzina pre-euro 1 ed euro 1 e gli autoveicoli alimentati a gasolio pre-euro1, euro1 ed euro2.
Il nodo principale che dovrÓ sciogliere la giunta capitolina riguarda l'eventuale estensione all'anello ferroviario dell'accesso per gli autoveicoli alimentati a benzina Euro2 e a gasolio (diesel) Euro3
Le conseguenze di queste restrizioni potrebbero avere un forte impatto sulla viabilitÓ, coinvolgendo non solo i cittadini residenti nell'Anello Ferroviario ma anche i tanti pendolari che ogni giorno arrivano da fuori all'interno di esso.
Una situazione complessa : come FDI abbiamo chiesto alla giunta Raggi di ripensare il provvedimento richiedendo almeno un contestuale necessario potenziamento del trasporto pubblico al fine di lenire il disagio in termini di traffico e viabilitÓ ai cittadini romani.